BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ENERGIA/ Adani (Ricicla): siamo pronti per le bioraffinerie

Pubblicazione:

Una bioraffineria  Una bioraffineria

Certo va tenuto sotto controllo. C’è tutta la polemica sulla sottrazione di risorse alimentari; ma bisogna valutare attentamente alcuni giudizi semplificati e affrettati. Da un nostro studio, ad esempio, risulta che quando è stato introdotto il biogas il consumo del mais stava diminuendo e quindi non è sostenibile l’affermazione che il biogas ha sottratto risorse alimentari. È vero d’altra parte che qualcuno ha operato scorrettamente, ha speculato, ha fatto impianti solo a mais; quindi deve essere forte l’azione di monitoraggio e di controllo.

 

Uno slogan dei sostenitori di questa tecnologia insiste sul concetto di “biogas fatto bene”: vuol dire che ci sono impianti fatti male?
No, si tratta di migliorare gli impianti tenendo conto di diversi fattori e di nuove conoscenze. A mio parere “fatto bene” significa cercare di mettere insieme la sostenibilità del biogas, la possibilità di impiegare colture integrative, di recuperare dei rifiuti. Il nuovo decreto incentivi va in questa direzione; con l’apertura verso alcune soluzioni che nessuno ha finora proposto in Europa: come l’incentivazione del recupero dell’azoto per fare fertilizzanti.

 

E la ricerca come può contribuire?
Stiamo studiando nuove colture che producono più biogas e non richiedono pesticidi e possono ridurre l’impiego del mais; si sta sviluppando la tecnologia per recuperare sottoprodotti come la paglia. Tutto questo senza gli incentivi adeguati sarebbe stato impossibile, mentre con i necessari supporti si può promuovere una ricerca che punti a trovare sistemi di produzione di biogas senza, o con ridottissimo, utilizzo di mais; oppure che riesca ad aumentare la produttività dei suoli. Ciò potrà incidere anche sulla taglia degli impianti. Attualmente si privilegiano impianti relativamente piccoli, fino a poche centinaia di kW; però, se troveremo altre soluzioni con meno impiego di mais, si potrà tornare a realizzare impianti più grandi, fino a 1 MW, che hanno il vantaggio di costare meno. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.