BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FISICA/ I meteorologi spaziali segnalano deboli venti (di plasma) attorno alla Terra

Pubblicazione:

Magnetosfera  Magnetosfera
<< Prima pagina

Questo permette agli scienziati di costruire un modello tridimensionale della magnetosfera e comprendere meglio i processi che in essa avvengono. La missione Cluster I è tristemente famosa perché nel 1996 i suoi satelliti vennero per la prima volta caricati sul razzo vettore Ariane 5, che esplose dopo poche decine di secondi di volo. L’attuale Cluster II dunque è una riedizione aggiornata, ma sostanzialmente identica, dell’originario progetto, e ha preso il via nel 2000.

Il vento scoperto da Dandouras mostra una perdita di materiale che fluisce dagli strati superiori dell’atmosfera terrestre e, allo stesso tempo, è una sorgente di plasma per la magnetosfera al di fuori di essa; una delle proprietà dei plasmi, infatti, è quella di “trascinare” con sé le linee di campo magnetico. «Il vento plasmasferico è un elemento importante nel budget di massa della plasmasfera e ha implicazioni su quanto tempo richieda riempire nuovamente questa regione di spazio dopo che venga erosa a seguito di una perturbazione del campo magnetico terrestre. A causa del vento atmosferico, ri-introdurre il plasma dalla parte superiore dell’atmosfera verso le parti inferiori per rifornire la plasmasfera è come immettere materiale in un contenitore che perde».

Quale può essere l’utilità che deriva da una ricerca come questa? La dinamica del nostro particolare ed eccezionale involucro, l’atmosfera, che ha permesso alla vita di sorgere ed evolvere fino a noi, è un problema tanto affascinante quanto complesso. Negli anni, a fianco delle molte cose che si sono comprese sulle dinamiche interne dell’atmosfera, si è scoperto che anche gli strati più esterni, molto diversi da quelli bassi, siano luogo di fenomeni complessi, che dipendono dal campo magnetico terrestre e dall’interazione con il vento di particelle che arriva dal Sole. Tali fenomeni vengono chiamati “space weather phenomena” (letteralmente “fenomeni meteorologici spaziali”). Il lavoro di Dandouras getta luce nuova sulla possibilità di comprendere le dinamiche della magnetosfera e per capire i meccanismi fisici sottostanti ad alcuni di questi misteriosi fenomeni meteorologici spaziali.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.