BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ Calabria e Lazio unite nella caccia ai raggi cosmici

Pubblicazione:

Horus  Horus
<< Prima pagina

A tal fine sono state utilizzate apparecchiature originali, non in commercio e sviluppate appositamente per ERGO Telescope per poter rilevare i muoni cosmici isolando maggiormente i disturbi dovuti alla radiazione di fondo prodotta, ad esempio, da gas radon presente nell’aria. Dalla “base di lancio” di Minturno la sonda è decollata poco dopo le 8.30 di domenica scorsa, dopo un’attenta e delicata preparazione del materiale necessario per portarla in quota; e, ovviamente, dopo aver ricevuto il NOTAM, cioè l’autorizzazione necessaria per il lancio a quelle altitudini rilasciata dall’Enav (Ente Nazionale Aviazione). Circa due ore dopo il carico utile è atterrato con un paracadute per alte altitudini ed è stato individuato tramite l’utilizzo di tracker GPS che ha permesso tra l’altro di seguire in tempo reale l’intero volo che è comunque stato già simulato il giorno prima tramite software appositi che ci permetteranno di sapere la zona di atterraggio con un piccolo margine di errore e di organizzare perciò il recupero in tutta sicurezza. Ora tocca agli astrofisici, amatori e professionisti, analizzare e far fruttare quei dati.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.