BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FISICA/ Il micro diapason che “sente” i sussurri delle molecole inquinanti

Pubblicazione:

Un'immagine del diapason al quarzo  Un'immagine del diapason al quarzo
<< Prima pagina

Per il prototipo abbiamo realizzato ad hoc un diapason di quarzo, la cui forma è identica a quella dei diapason standard, ma circa 7 volte più grande, in modo tale che la radiazione Terahertz potesse essere focalizzata tra i denti del diapason, distanti 800 µm, senza toccare il diapason stesso; cosa impossibile da realizzare con i diapason standard, perché lo spazio tra i due denti è confrontabile con la lunghezza d’onda della radiazione Terahertz (50-300 µm). A seguito di questa prima dimostrazione della tecnica, il passo successivo consisterà nell’utilizzo di laser più potenti e diapason con dimensioni e forma ottimizzate, in quanto sia il diapason standard che il diapason realizzato ad hoc, hanno una forma mirata all’ottimizzazione del loro utilizzo come misuratori del tempo e quindi funzionano a una frequenza ben determinata. L’ottimizzazione delle loro caratteristiche per rivelazioni di gas, richiede una forma e dimensioni diverse e quindi nel futuro prossimo lavoreremo all’ottimizzazione di questi parametri, al fine di ottenere sensori compatti, trasportabili ed economici in grado di rivelare in tempo reale molecole diluite decine di miliardi di volte, con svariati campi di applicazioni quali indagine ambientale e sicurezza.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.