BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PARMITANO/ Il primo italiano a camminare nello spazio: tutti i dettagli e i rischi

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Luca Parmitano- infophoto  Luca Parmitano- infophoto
<< Prima pagina

Nell’ipotesi remotissima che l’astronauta si stacchi dagli agganci che lo tengono ancorato alla ISS, entra in funzione uno strumento detto “Safer” (Semplified Aid for EVA Rescue), cioè lo zainetto di emergenza in dotazione a ogni astronauta, che è un piccolo sistema propulsivo che immediatamente lo riporta nella posizione sicura. Quindi mi sento di dire che  domani possiamo goderci questa passeggiata spaziale molto serenamente.

 

Quali sono le caratteristiche della tuta?

Le tute utilizzate attualmente sono un’evoluzione di quelle usate sullo Shuttle. A differenza di quelle dei primi astronauti, che erano fatte “su misura”, queste sono componibili, quindi sono costituita da un insieme di parti montabili e di diverse misure in modo da poter essere facilmente adattate e poi e riutilizzate. Ogni tuta però è composta da almeno dodici strati di materiale, che devono garantire tutte le funzioni vitali dell’astronauta: il mantenimento della temperatura e della pressione, la ventilazione, il ciclo dei liquidi organici; e devono dare all’astronauta la possibilità di bere e di  alimentarsi, nel caso di uscite prolungate. La tuta comprende uno speciale scafandro e dei voluminosi guanti che hanno inserito un sistema di riscaldamento per evitare il pericolo di un raffreddamento delle mani. È un abbigliamento molto ingombrante; tuttavia deve garantire i livelli di mobilità necessari per le attività da svolgere fuori dal veicolo; e deve avere tutti i sistemi di sicurezza.

 

Che attività dovrà svolgere Parmitano nella prima passeggiata?

Parmitano dovrà rimuovere e riportare dentro la stazione, per poi portarli a Terra, dei contenitori con speciali materiali: in particolare dei materiali utilizzati per apparati computazionali ad alta efficienza, parte di un esperimento americano volto a studiare il comportamento e le reazioni di tali materiali nell’ambiente spaziale in condizioni estreme. Poi si occuperà di operazioni di manutenzione della ISS e della preparazione per l’installazione del modulo russo MLM (Multifunctional Laboratory Module) su cui verrà montato il Braccio Robotico Europeo.

 

Domani il primo a uscire “nel vuoto” sarà Cassidy: c’è differenza tra uscire per primo o per secondo?

C’è senz’altro una differenza di prestigio: chi esce per primo è indicato come il capo dell’operazione; ma evidentemente il primo è anche quello che si assume il maggiore rischio. A Parmitano questo onore/onere toccherà nella seconda passeggiata, la prossima settimana.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.