BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RITARDO CRONICO/ Essere sempre fuori orario è una malattia. La diagnosi di un paziente inglese

Secondo medici inglesi, essere sempre in ritardo è una malattia che colpisce aree del cervello. Si può curare anticipando gli orari dei propri impegni. Ecco il caso di un paziente inglese

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Ci sono persone che non sono proprio capaci di arrivare puntuali a qualunque tipo di appuntamento, facendo imbestialire chi li sta aspettando. Maleducazione, distrazione, tanti gli elementi che concorrono a casi del genere, ma adesso spunta fuori anche la malattia. Proprio così: secondo alcuni medici inglesi, che l'hanno diagnosticata in un paziente, esiste la malattia del ritardo cronico, un disturbo nella stessa area del cervello che viene colpita da deficit di attenzione e iperattività. Il paziente in questione, Jim Dunbar, un inglese di 57 anni, ha raccontato la sua storia al quotidiano Daily Mail. Dunbar ha deciso di raccontarsi in pubblico affinché i molti ritardatari come lui si rendano conto che possono anche loro soffrire del suo stesso disturbo: lui si era sempre ritenuto personale e unico responsabile del suo comportamento. Il problema è tale che l'uomo, per poter vedere ad esempio un film in programma alle 19 di sera, programma l'orario con ben undici ore di anticipo. Ha a disposizione anche un orologio speciale per essere sicuro di visualizzare sempre l'ora esatta. Attenzione però perché la psicologia la pensa diversamente: il ritardatario perenne potrebbe invece soffrire di depressione. In ogni caso si può cercare di risolverlo anticipando tutte le scadenze che uno ha in programma. 

© Riproduzione Riservata.