BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AMBIENTE/ Quelli che … mettono le fragole nel blister

Pubblicazione:

Credit ©Palfrader  Credit ©Palfrader

Ci limitiamo a citare i blister per le fragole, che fanno una buona barriera ai gas ma rischiano di farci spappolare il frutto per estrarlo; oppure una resina che avvolge integralmente un bicchiere di cristallo, proteggendolo perfettamente da urti e schiacciamento ma ben difficile da spacchettare per usarlo; o ancora le scatole autoportanti con la forma dei celebri blocchetti del videogioco “Tetris”, ottime per lo stoccaggio e il trasportare ma difficilmente sistemabili negli armadi di casa. Tutto ciò per portarci alla conclusione che non è detto che il prodotto sfuso sia sempre meglio di quello imballato.

Opportunamente, alla fase di dismissione, più vicina alla quotidianità del visitatore ma anche per molti più oscura, è dedicata la parte principale dell’esposizione: sono introdotti i parametri che determinano la modalità di gestione dei rifiuti e le linee guida dettate a livello europeo. Il cittadino visualizza le diverse tipologie di prodotti da buttare, con particolare attenzione ai RAEE, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, e scopre che cosa accade quando escono da casa sua.Oggetti storici e contemporanei permettono di confrontare come sia cambiata nel tempo la raccolta dei rifiuti. Opere d’arte create appositamente per l’allestimento partendo da oggetti dismessi suggeriscono che anche gli scarti possono tornare a nuova vita.

Per finire, la testimonianza che i principi esposti si possono mettere in pratica: in occasione dell’apertura della mostra verrà avviato il sistema di raccolta differenziata all’interno del Museo, realizzato in partnership con l’acqua minerale Levissima, marchio del Gruppo Sanpellegrino. Il progetto prevede l’allestimento di 20 postazioni, ciascuna fornita di un contenitore organizzato in tre spicchi, per la raccolta dei rifiuti in plastica/metallo, carta e per l’indifferenziato. I contenitori sono personalizzati con immagini e messaggi che mostrano con semplici equivalenze tutto ciò che può nascere dal riciclo delle bottiglie in PET, materiale prezioso perché al 100% riciclabile.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.