BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ Inizia il countdown per lo sbarco europeo sulla cometa

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto
<< Prima pagina

A bordo del lander, è italiano il sistema di acquisizione e distribuzione dei campioni (SD2), il cui PI è la professoressa Amalia Ercoli Finzi del Politecnico di Milano; come pure è italiano il sottosistema dei pannelli solari. Cosa succederà dunque il 20 gennaio e nei mesi successivi? Il risveglio inizierà col riscaldamento e col riavvio di tutti gli strumenti - 11 a bordo e 10 sul lander – mentre la sonda effettuerà una rotazione per poter dirigere la sua antenna verso la Terra in modo da comunicare con il centro di controllo ESOC dell’ESA, a Darmstadt. Se tutto andrà come previsto, i primi segnali dovrebbero arrivare nel tardo pomeriggio dello stesso giorno.

 

Rosetta però ha ancora da percorrere nove milioni di chilometri per raggiungere il suo obbiettivo finale e solo ai primi di maggio si troverà a circa due milioni di chilometri di distanza dalla 67P/Churyumov-Gerasimenko. Poi inizieranno le manovre per l’allineamento all’orbita della cometa e si prepareranno gli strumenti adatti per la sua mappatura (l’esatta forma della cometa è tuttora sconosciuta). Come detto, il rendez-vous avverrà ad agosto. Una volta incontrata la cometa, i ricercatori all’ESOC riceveranno migliaia di immagini, che permetteranno di aggiustare la traiettoria per il lancio del lander. L’atterraggio di questo, previsto per novembre, rappresenta un evento di portata epocale: per la prima volta alcuni strumenti costruiti dall’uomo si poseranno su una cometa. Philae si ancorerà alla superficie grazie a due arpioni che ne impediranno il rimbalzo in orbita.

 

Da quel momento in poi cominceranno i veri e propri esperimenti: una trivella scaverà fino a 20-30 centimetri dalla superficie per raccogliere una serie di campioni che verranno poi analizzati a bordo. Nel 2015, completate le indagini sulle caratteristiche della cometa, Rosetta accompagnerà la 67P/Churyumov-Gerasimenko nel suo avvicinamento al Sole. Nel frattempo, per il risveglio di Rosetta si stanno mobilitando anche i social network: al grido di “Wake up, Rosetta!”, da Twitter a Facebook un rimbalzo di messaggi segue a distanza le operazioni. Lo stesso slogan sarà amplificato attraverso il contest internazionale che l’ESA ha organizzato invitando a girare un breve video o un flash mob: tra i video postati su Facebook verrà stilata una classifica e gli autori dei primi due classificati saranno invitati al centro di controllo di Darmstadt per seguire in diretta la discesa di Philae sulla cometa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.