BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INNOVAZIONE/ Premiata a Londra l'idea luminosa del professor Di Trapani

Pubblicazione:

Il sistema CoeLux  Il sistema CoeLux
<< Prima pagina

La conseguenza è un’esperienza di comfort; con effetti anche psicologici, facendoci vivere la situazione di un ambiente interno come se fosse esterno e sempre soleggiato. E ci aspettiamo anche effetti biologici e sulla salute. Anche perché quella che proponiamo non è una semplice simulazione né tanto meno una finzione scenica.

 

Intende dire che è un fenomeno reale?

Sì. Non è la semplice riproduzione dell’effetto bensì la ricostruzione degli stessi meccanismi che avvengono in natura. Sono prodotti attraverso un apparato tecnologico ma i processi fisici sono gli stessi. Se volessimo rappresentare il modello fisico-matematico del fenomeno naturale e quello del nostro sistema, avremmo lo stesso modello, con le stesse equazioni.

 

Come si presenta il vostro sistema?

Abbiamo realizzato due versioni, di dimensioni diverse, per applicazioni in ambienti differenti; si pensi a alberghi, centri commerciali, uffici, musei, aeroporti; ma anche i nostri appartamenti, dove può trovare posto senza eccessivi problemi di ingombro. Abbiamo anche pensato a tre diverse scenografie di luce che CoeLux permette di evocare. Per gli appassionati dei paesi nordici è disponibile la versione CoeLux 30, con fascio di luce inclinato di 30 gradi sull’orizzonte. Per gli amanti della fascia mediterranea c’è CoeLux 45, con lucernario a soffitto e fascio a 45 gradi per offrire un equilibrato bilanciamento luce-ombra che rende al meglio forme e volumi. Infine, per chi preferisce il taglio drammatico della luce tropicale, CoeLux 60 offre un’altra soluzione con lucernario a soffitto, con luce del Sole più fredda e verticale e il massimo contrasto luce-ombra.

 

Prima di arrivare al prestigioso riconoscimento del Lux Awards, CoeLux era già stato accolto con favore sulla scena internazionale…

Sì. L’abbiamo presentato in aprile a Francoforte, nell’ambito di Light+Building, la fiera dedicata all’architettura della luce. L’interesse è stato massimo e subito si è diffusa la notizia di un’innovazione destinata a cambiare radicalmente la nostra esperienza percettiva negli ambienti interni. Siamo quindi entrati immediatamente nella top ten mondiale dell’innovazione tecnologica.

Adesso ci aspetta una fase di ulteriore perfezionamento e ottimizzazione, di riduzione di dimensioni e costi e di sviluppo di altre versioni.

 

(Paolo Floriani)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.