BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NANOTECNOLOGIE/ I sensori a infrarossi drizzano le antenne (di Germanio)

Pubblicazione:

Un sensore a infrarossi grande come una pillola  Un sensore a infrarossi grande come una pillola
<< Prima pagina

Abbiamo già in parte ottimizzato le proprietà del materiale da utilizzare e ci accingiamo a fabbricare le prime antenne. Trattandosi di un approccio innovativo, saranno necessari studi preliminari per valutare le prestazioni di tali antenne prima di poterle utilizzare in reali applicazioni.

 

Quando prevedete i primi risultati? 

Prevediamo di procedere con i primi test applicativi nel corso del secondo anno del progetto, applicando i dispositivi allo studio di catene di DNA o RNA. Il progetto, della durata di tre anni, terminerà con la realizzazione di uno o più prototipi che mettano a frutto le conoscenze sviluppate.

 

Quali le principali applicazioni prevedibili?

Nel medio e lungo periodo, GEMINI troverà in prospettiva applicazioni ovunque sia richiesta la capacità di rivelare in tempi rapidi molecole in bassissime concentrazioni, dalle analisi mediche ai test di adulterazioni dei cibi, dalla presenza di inquinanti o veleni nell'aria ai materiali biologici. Inoltre, antenne capaci di “catturare” efficacemente la luce infrarossa possono avere un impatto sull'efficienza delle celle solari e delle camere per la visione notturna.

 

(Michele Orioli)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.