BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAMBIAMENTI CLIMATICI/ Rapporto IPCC: Europa vulnerabile, urgenti le misure di adattamento

Pubblicazione:

maltempo (infophoto)  maltempo (infophoto)

Si elencano ancora i possibile aumento del rischio di incendi boschivi nell’Europa meridionale; le probabili modifiche negli habitat delle specie, con estinzioni locali; la probabile riduzione dell’habitat delle piante alpine.

Si impone allora il tema dell’adattamento ai cambiamenti climatici, che può prevenire buona parte dei potenziali danni. Castellari ne è convinto: «Alcuni impatti sono già in corso e sono inevitabili; ma l’adattamento è necessario. A livello mondiale l’adattamento sta entrando in alcuni processi di pianificazione, ma non è ancora attuato in maniera estensiva. Bisogna attuare un’azione congiunta: ridurre le emissioni di gas-sera e contemporaneamente adattarsi. In questo modo è possibile trasformare il rischio in una piattaforma di azione».

In Europa le politiche di adattamento si stanno sviluppando su tutti i livelli di governo: alcuni piani di adattamento sono integrati nella gestione delle coste e delle risorse idriche, nei sistemi di protezione ambientale e pianificazione territoriale, nei sistemi di gestione dei rischi connessi ai disastri. «Certo, aumenteranno i costi relativi a misure di adattamento per gli edifici e al rinnovamento delle difese da inondazioni; e alcuni impatti saranno comunque inevitabili».

Per l’Italia Castellari è il Coordinatore Scientifico della Strategia nazionale di adattamento che, ci conferma, è quasi pronta. La strategia è stata elaborata dal Ministero Italiano dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) a partire dalla metà del 2012, dopo un incontro preliminare del febbraio dello stesso anno su “Stato delle conoscenze riguardo ai cambiamenti climatici in Italia” e a seguito di un accordo tra MATTM e Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici: è nato così il Progetto SNAC (Strategia Nazionale di Adattamento ai cambiamenti Climatici) la cui conclusione è prevista per il giugno prossimo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.