BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FOTONICA/ Addomesticare la luce per spiare l'interno dei circuiti ottici

Pubblicazione:

Un circuito fotonico con microcontrollori termici e CLIPP  Un circuito fotonico con microcontrollori termici e CLIPP

In quale linea di ricerca si colloca la vostra attività sperimentale?

Quanto abbiamo dimostrato è uno degli obiettivi chiave di un progetto di ricerca europeo iniziato, alla fine del 2013 (www.bboi.eu), di cui siamo coordinatori, che mira a colmare i gap tecnologici mancanti per una crescita esplosiva dei dispositivi fotonici. In questo settore la competizione a livello internazionale è molto forte perché sono in molti a credere nelle potenzialità delle tecnologie fotoniche in settori chiave dell’ICT e delle bioscienze.

Il sistema è già pronto per essere utilizzato in applicazioni pratiche o richiede di essere ingegnerizzato o adattato agli specifici utilizzi?

Sono stati costruiti e testati sperimentalmente con successo diversi prototipi. In base agli specifici utilizzi, sono stati progettati e realizzati sistemi elettronici dedicati di supervisione, che sono in grado di integrare sia la parte di lettura del segnale ottico che la generazione di segnali di controllo per modificare lo stato di funzionamento del chip ottico. Una sorta di meccanismo “leggi e correggi”, in cui l’elettronica ordina e la fotonica obbedisce.

Ad oggi abbiamo dimostrato la possibilità di controllare una manciata di dispostivi fotonici integrati su uno stesso chip. Per applicazioni che non richiedono elevata numerosità di dispositivi, il sistema è pronto per essere utilizzato. Ma siamo solo all’inizio. Sfruttando l’elevata scala di integrazione e la parallelizzazione dei circuiti elettronici integrati, miriamo a realizzare interi sistemi ottici integrati su un solo chip, aumentando di almeno un fattore cento la complessità raggiunta dagli attuali circuiti fotonici. Questo sarà l’obiettivo della nostra attività di ricerca dei prossimi anni.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.