BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NEUROSCIENZE/Parte da Milano la sfida alla complessità del sistema nervoso

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Dicono che Milano sia il polo principale italiano per le ricerche sulle neuroscienze e alcuni fatti recenti sembrano sostenere questa attribuzione. Da domani e per cinque giorni si svolgerà il 9° Forum of Neuroscience, l’evento centrale della FENS, la Federation of European Neuroscience Societies che ha scelto il capoluogo lombardo come sede per la sua nona edizione. La FENS, attualmente presieduta dall’italiana Monica Di Lucia, è stata fondata nel 1998 ed è la principale organizzazione per le neuroscienze in Europa: rappresenta 42 società nazionali e mono-disciplinari con quasi 23.000 scienziati membri provenienti da 32 paesi europei.

E ad alimentare le promesse dei ricercatori milanesi in questo settore è arrivato proprio ieri il lancio ufficiale da parte dell'università Bicocca del nuovo Centro di Neuroscienze di Milano. È stato battezzato come NeuroMi, un termine che facilmente si può assimilare a “neuroni”, additando così i protagonisti principali di queste ricerche. Ricerche che, come ha detto a ilsussidiario.net il Direttore del Centro Carlo Ferrarese, docente di Neurologia nel Dipartimento di Chirurgia e Medicina Traslazionale dell’Università di Milano-Bicocca, «richiedono un approccio multidisciplinare. È la sfida implicata nella creazione di questo centro. Dato che il sistema nervoso è un sistema molto complesso, il modo giusto per affrontarlo è quello della collaborazione tra discipline diverse: qui andiamo dalla neurologia clinica, alla biologia, all’informatica, alla modellistica, alle tecniche di imaging, alle nanotecnologie».

In effetti il Centro NeuroMi mette in campo competenze appartenenti ad ambiti anche molto diversi per uno studio multidisciplinare del sistema nervoso nelle varie età della vita, dell’architettura neurocognitiva normale che è alla base del comportamento individuale e sociale e dei meccanismi di disfunzione responsabili delle patologie neurologiche e psichiatriche.

«La comprensione delle funzioni del sistema nervoso – continua Ferrarese - del rapporto tra mente e cervello nel determinare il comportamento individuale e sociale, dei meccanismi alla base dello sviluppo e dell'invecchiamento cerebrale rappresenta una delle sfide più importanti per l'umanità. La complessità delle funzioni del sistema nervoso e dei meccanismi alla base delle sue patologie richiede uno sforzo di coordinazione di diverse competenze e la messa in rete di piattaforme tecnologiche che difficilmente sono disponibili in una singola istituzione. La creazione di NeuroMI vuole proprio favorire il raggiungimento di una "massa critica" di ricercatori con competenze diverse e complementari, per uno studio multidisciplinare del sistema nervoso».



  PAG. SUCC. >