BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MARYAM MIRZAKHANI/ Chi è la vincitrice del “Nobel” per la matematica

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Maryam Mirzakhani  Maryam Mirzakhani

Era dal 1936 che la Medaglia Fields, considerata l’equivalente del premio Nobel per la matematica, non veniva assegnato a una donna. A rompere il tabù ci ha pensato Maryam Mirzakhani, 37enne iraniana, premiata per i suoi studi sulla geometria delle superficie iperboliche presso l’università californiana di Stanford (dove insegna da quattro anni). Si tratta di un riconoscimento che viene conferito ogni quattro anni a quattro studiosi sotto i 40 anni. Ma Mirzakhani aveva già dimostrato tutto il suo valore nel 1994 quando, da studentessa di 17 anni, divenne il primo studente dell’Iran a ottenere il massimo punteggio alle Olimpiadi della matematica a Hong Kong, oltre a vincere quelle di Toronto nel 1995. Queste le parole di Ingrid Daubechies, presidentessa dell’Unione matematica internazionale: “Mirzakhani nel suo Paese è molto conosciuta ed è un modello per tutti gli studenti”. La vincitrice commenta così sul sito della facoltà dove insegna. “È un grande onore. Sarei felice se desse coraggio alle giovani scienziate e alle matematiche. Sono sicura che ci saranno altre donne che vinceranno questo tipo di premi nei prossimi anni”. Nata nel 1977 a Teheran ha seguito gli studi presso l’Organizzazione nazionale per lo sviluppo di talenti eccezionali della capitale dell’Iran. Paradossalmente, da piccola, sognava di diventare una scrittrice, ma poi ecco l’incontro con i numeri. Si laurea nel 1999 all’Università Tecnologica di Sharif di Teheran e parte per un dottorato alla Harvard University. In seguito  diventa Research Fellow al Clay Mathematics Institute e assistente professore alla Princeton University, prima di approdare a Stanford.  Per chiudere, ricordiamo chi sono gli altri tre vincitori delle Medaglie Fields: a essere insigniti del premio ecco Artur Avila per i suoi studi sull’evoluzione dei sistemi caotici sottoposti a determinati parametri, il teorico dei numeri Manjul Bhargava dell’Università di Princeton, e l’austriaco Martin Hairer, esperto di equazioni differenziali parziali dell’Università di Warwick, in Inghilterra.



© Riproduzione Riservata.