BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BIG DATA/ Le app su Facebook: un modello matematico svela quelle “copiate” dagli amici

Pubblicazione:

infophoto  infophoto
<< Prima pagina

Il nostro lavoro presenta due maggiori risultati. Da una parte, proponiamo un modello matematico che è in grado di riprodurre non solo la statistica globale, ma anche l'andamento temporale delle installazioni. In altre parole, il nostro modello, a differenza di molti altri, è in grado di predire con ragionevole accuratezza, per esempio, non solo quanto saranno installate le applicazioni più usate, ma quali saranno le applicazioni più importanti dopo un certo numero di giorni. Questo è un passo significativo, perché tipicamente modelli molto diversi presentano la stessa statistica globale: è proprio nel comportamento dettagliato delle singole applicazioni che è difficile trovare un accordo con i dati.

D'altra parte, abbiamo usato un metodo basato sul dialogo fra i dati e la modellizzazione matematica. Oggi si parla molto di Big Data, i grandi set di dati che possono rivoluzionare la nostra conoscenza. Spesso, però, i Big Data sono affrontati con metodi statistici che, pur avendo molte qualità, non permettono di capire quali meccanismi causali siano realmente importanti. Per questo proponiamo modelli matematici come un metodo per migliorare questi approcci.

Può apparire strano applicare sofisticati metodi analitici ad un oggetto per molti aspetti frivolo come le applicazioni installate su Facebook. Tuttavia, questi modelli sono molto generali e potrebbero rivelarsi utili per altri comportamenti (magari nella vita reale, invece che in quella online), una volta si rendessero disponibili i dati. Questo tipo di ricerche sono presumibilmente molto intense nel segreto dei laboratori dei proprietari di Big Data, che le usano per ottimizzare strategie di marketing o battere la concorrenza. I lavori come il nostro, invece, sono pubblici, servono a capire meglio il comportamento umano e forse sono utili a renderci più consapevoli su quali elementi tendano ad influenzarci di più quando prendiamo una decisione e, quindi, usiamo la nostra libertà.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.