BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TOO YOUNG TO DRINK/ Il feto nella bottiglia di birra, la campagna pubblicitaria. Video

Pubblicazione:

Immagine di archivio  Immagine di archivio

Un feto che galleggia in una bottiglia di alcol, birra, whisky, vodka, vino e quant'altro. E' l'immagine che accompagna una campagna pubblicitaria in occasione della Giornata internazionale della sindrome feto-alcolica, a cura della European FASD Alliance. Si tratta di un allarme lanciato nei confronti di tutte quelle mamme che in gravidanza continuano a fare uso di alcolici con i rischi che ne conseguono: malformazioni, disturbi dell'apprendimento, disturbi mentali e altro ancora. La giornata si terrà domani 9 settembre in oltre trenta paesi del mondo: la data è simbolica, in quanto si tratta del nono giorno del nono mese dell'anno e comincia alle 9 e 09 di mattina, a ricordare i nove mesi di gravidanza. Secondo gli studi medici, l'alcol bevuto dalla madre arriva in pochi minuti nel sangue del feto ma il feto non è in grado di metabolizzare l'alcol come una persona nata perché è ancora privo degli enzimi adatti allo scopo. L'alcol si accumula allora nel suo sistema nervoso e in altri organi con gravi conseguenze. In Italia benché manchino dati certi otto neonati su cento sono esposti al rischio.



© Riproduzione Riservata.