BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OROLOGIO DELL'APOCALISSE/ Clima e guerre, quanto manca alla fine del mondo?

Pubblicazione:

foto:Infophoto  foto:Infophoto

L’orologio dell’apocalisse è arrivato a tre minuti dalla mezzanotte: "Nel 2015 il cambiamento climatico incontrollato, l'ammodernamento globale delle armi nucleari e gli arsenali atomici fuori misura pongono straordinarie e innegabili minacce per la sopravvivenza dell'umanità, e i leader mondiali hanno fallito nell'agire con la velocità o con la scala necessarie per proteggere i cittadini da una potenziale catastrofe. Questi fallimenti della leadership politica mettono in pericolo ogni persona sulla Terra", si legge così nel Bulletin of the Atomic scientists science dell’equipe formata da 17 premi Nobel. L’orologio dell’apocalisse, creato dagli scienziati dell’Università di Chicago nel 1947 nel quale la mezzanotte indica la fine del mondo, è stato spostato avanti di due minuti, e adesso si trova appunto a tre minuti dalla mezzanotte. Quando venne creato fu impostato a sette minuti dalla mezzanotte, era nel corso della guerra fredda, e prevedeva l’autodistruzione dell’umanità a causa della guerra nucleare tra Usa, Urss e Cina. Oggi oltre gli armamenti nucleari, intervengono ad accelerare anche i cambiamenti climatici. "La probabilità di una catastrofe globale è molto alta, e le azioni necessarie a ridurre il rischio di un disastro vanno prese molto presto", dicono gli scienziati. Da quanto è stato creato, l’orologio è stato regolato solamente 18 volte, nel 1953 è passato a due minuti dalla mezzanotte e nel 1991 a 17 minuti dalla mezzanotte. (Serena Marotta) 



© Riproduzione Riservata.