BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PROTAGONISTI/ Charles Townes: così ho inventato il laser

Pubblicazione:

Charles Townes  Charles Townes

Se si esaminano attentamente le cose si può trovare qualcosa che anche non si cerca intenzionalmente. Le cose nuove, le idee nuove sono quelle che inizialmente la gente è restia ad accettare; anche gli scienziati sono fissi nelle loro posizioni, alle volte è difficile per loro cambiare opinione. Invece dobbiamo essere pronti ad essere aperti, avere una mente aperta, cambiare le nostre idee, accettare cose nuove, capirne il significato, comprenderle appieno. 

Vorrei ancora sottolineare un altro punto.  Molte scoperte sono importante per diversi campi, non solo per il loro campo specifico: i laser sono stati scoperti perché io ero esperto di meccanica quantistica e di ingegneria e ho messo insieme le mie conoscenze in questi due campi. Le scoperte in generale emergono dall’interazione di diversi soggetti e di diversi campi; dall’interazione degli scienziati che continuano a esplorare per scoprire sempre di più. 

Che cosa ancora dovrà essere scoperto non lo sappiamo; questa è la questione: quello che è nuovo è nuovo e non lo possiamo sapere anticipatamente, sono proprio curioso di quello che riuscirete a fare voi giovani nei prossimi vent’anni, farete cose che adesso si pensa siano impensabili. Ci sono tante cose che si pensano impossibili. Uno scienziato britannico, per esempio, alla fine del XIX secolo ha detto che non sarebbe stato possibile viaggiare se non con la mongolfiera; e invece poco dopo i fratelli Wright ci hanno permesso di volare. Tutte le nuove rivelazioni sono qualcosa a cui la gente inizialmente non crede, però io penso che dobbiamo essere più aperti nel nostro pensiero, dobbiamo essere pronti all’esplorazione perché l’esplorazione alla fine ripaga.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.