BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NUOVI MATERIALI/ Non c’e solo il grafene nel regno (in espansione) di Flatlandia

Pubblicazione:

Reticolo esagonale del silicene  Reticolo esagonale del silicene

I dispositivi proposti o già realizzati a scopo dimostrativo basati sui materiali 2D sono diversi e sfruttano particolari funzionalità per il provesso dell’informazione classica e quantistica, l’optoelettronica, il fotovoltaico, la sensoristica:  transitors basati sul grafene, sul silicene, e sul MoS2; transistors a film sottile basati sul WS2 come semiconduttore, graphene per gli elettrodi, e BN come isolante, bit quantistici basati eterostrutture e su fermioni di Majorana, fotorivelatori, e molte altre idee a proposte che attendono una verifica almeno di fattibilità sperimentale.

Non è chiaro al momento quali soluzioni ed applicazioni risulteranno vincenti e se questa interessante categoria di materiali si trasformerà in una vera tecnologia, ma sicuramente a partire dal grafene si è aperto un nuovo capitolo che potrebbe offrire nuove opportunità all’industria dei semiconduttori.  

 

 

Il primo transistor basato sul silicene messo a punto da ricercatori italiani del Laboratorio MDM dell'Istituto per la microelettronica e microsistemi del CNR, ad Agrate Brianza, in collaborazione con colleghi dell'Università del Texas ad Austin: a) la struttura cristallina basata sul reticolo esagonale del silicene; b) il processo per la realizzazione del transistor. [Nature Nanotechnology]



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.