BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Scienze

CANNABIS/ Lo studio: fumare marijuana aumenta il rischio di ictus ischemico

Chi fuma cannabis è maggiormente a rischio di ictus ischemico causato dal restringimento delle arterie del cranio lo rivela uno studio scientifico ecco di cosa si tratta

Immagine di archivioImmagine di archivio

Uno studio effettuato dall'ospedale universitario di Strasburgo rivela che i fumatori di marijuana sono maggiormente a rischio di ictus ischemico di chi non ne fuma. Secondo quanto è stato reso noto fumare cannabis restringe le arterie venose del cranio: il 45% di chi fuma droga risulta avere i vasi sanguigni ristretti a causa della placca dei loro crani rispetto al 14% di chi non ne fuma. Per arrivare a questi risultati sono stati esaminati 334 pazienti che hanno sofferto di ictus, 58 dei quali erano fumatori di marijuana. Nei fumatori di cannabis l'ictus ischemico risulta più probabile a causa di stenosi arteriosa intracranica, un restringimento delle arterie all'interno del cranio causato da un accumulo di placca. 

© Riproduzione Riservata.