BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OTTICA/ Ologrammi in tempo reale per vedere oggetti nascosti

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(InfoPhoto)  (InfoPhoto)

Nel caso in esame, per consentire una visione in tempo reale dell’oggetto nascosto i ricercatori del Cnr hanno utilizzato una variante della tecnica olografica che sfrutta come supporto per la registrazione una matrice bidimensionale di fotorivelatori anziché una lastra fotografica (tecnica denominata Olografia Digitale).

In questo modo, infatti, è possibile eseguire la ricostruzione dell’immagine olografica direttamente a computer per via numerica mediante un opportuno algoritmo che elabora in tempo reale i segnali in uscita dalla matrice di rivelatori. Utilizzando una matrice bidimensionale di microbolometri (fotorivelatori sensibili alle radiazioni Terahertz) e un Laser a Cascata Quantica che emette una radiazione coerente a 2,8 Terahertz, i ricercatori sono riusciti a realizzare ologrammi in tempo reale (5 fotogrammi al secondo) sia di oggetti statici sia di oggetti in movimento (alla velocità di 5 metri al secondo) mascherati da una lastra di polipropilene nero dello spessore di un millimetro.

Un aspetto particolarmente interessante dell’apparato sperimentale è rappresentato dalla sua immunità alle vibrazioni. Ricordiamo, a questo proposito, che è sufficiente una variazione di cammino ottico (provocata da cause ambientali) fra fascio oggetto e fascio di riferimento dell’ordine della lunghezza d’onda, perché sia modificata in maniera incontrollata la figura d’interferenza registrata e venga di conseguenza persa l’informazione in essa contenuta. Poiché la lunghezza d’onda utilizzata nell’olografia Terahertz è circa 200 volte più grande di quella della banda visibile, ne consegue che il dispositivo realizzato dai ricercatori del Cnr risulta essere 200 volte più insensibile alle vibrazioni e ai disturbi ambientali dei sistemi olografici convenzionali che operano nel visibile.

Questa intrinseca immunità alle vibrazioni, unitamente alla capacità di visualizzare oggetti in movimento, rendono l’olografia Terahertz particolarmente adatta ad applicazioni in campo come ad esempio la rivelazione di target umani oltre una cortina di fumo e fiamme nel caso di incendi o il controllo di bagagli e persone per la sicurezza in aeroporti e stazioni.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.