BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Scienze

EVENTI/ Acqua: un’origine misteriosa e tanti problemi

Si apre oggi a Milano il Festival dell’Acqua. La domanda sorge spontanea: qual è il segreto della presenza di acqua nel Sistema Solare e in tutto l’universo? Ne parla MICHELE ORIOLI

(InfoPhoto)(InfoPhoto)

«L’acqua è una molecola formidabile: racchiude l’inizio e l’evoluzione dell’universo, principio e vita in un… H2O!»: così aveva scritto in un tweet Fabio Peri, Conservatore del Civico Planetario “U. Hoepli” di Milano presentando il Festival dell’Acqua che si apre oggi a Milano e nel quale Peri coordinerà la sessione plenario del primo giorno sul tema “Acqua e Universo”. Qualche giorno fa lo stesso astronomo, commentando l’annuncio della Nasa circa la scoperta della presenza di acqua su Marte, aveva dichiarato: «La vera domanda alla quale rispondere è da dove viene quest’acqua; da questo momento si apre una nuova frontiera per la ricerca, perché nessuno sa quali sono le possibili fonti di provenienza».

La misteriosità dell’origine dell’acqua non riguarda però solo Marte e oggi pomeriggio sarà possibile avere una panoramica delle ipotesi in campo per cercare di comprendere il segreto della presenza di acqua nel Sistema Solare e in tutto l’universo. Un assaggio delle principali risposte relative all’acqua terrestre – è di questa e dei suoi numerosi problemi che si parlerà in questi giorni a Milano – l’hanno avuto quanti hanno potuto visitare lo scorso agosto la mostra “Misteriosa è l’acqua” curata dall’Associazione Euresis per  il Meeting di Rimini.

Ha sorpreso molti scoprire come l’acqua sia stata da tempo individuata nel Sistema solare: oltre a quella appena messa in evidenza sulla superficie marziana dalla sonda MRO della Nasa, si è trovata acqua allo stato gassoso in piccole percentuali nelle atmosfere dei pianeti e del Sole. Era già stata individuata in forma ghiacciata ai poli dello stesso pianeta rosso, come pure sulle superfici di alcune lune e nelle comete. Gli anelli di Saturno sono composti quasi interamente da acqua ghiacciata.

Recentemente sono stati scoperti oceani sotto la superficie di Ganimede, uno dei satelliti di Giove e di Encelado, un satellite di Saturno. «Ma l’acqua – dicono i curatori della Mostra - non c’è solo nel vicino Sistema solare. Gli astrofisici ricercano le sue tracce nelle atmosfere degli esopianeti, i pianeti che orbitano intorno alle altre stelle. L’acqua è inoltre presente nelle nubi molecolari: i luoghi dove si formano le stelle e i pianeti».

Il fatto sorprendente è che, secondo gli attuali modelli di formazione di sistemi planetari, non dovrebbe esserci sulla Terra. «L’acqua, la cui abbondanza nel nostro pianeta ci appare così scontata, ha un’origine misteriosa. Il Sistema solare si è formato dal collasso gravitazionale di una gigantesca nube di gas e polveri che si è appiattita formando un disco. Nelle zone più interne del disco l’elevata temperatura avrebbe impedito all’acqua di condensare. Solo nelle zone più esterne l’acqua si sarebbe conservata nello stato ghiacciato. Nella zona più interna, dove l’acqua non dovrebbe esserci, si è formata la Terra».