BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TECNOLOGIE/ Prima di assemblare l’Airbus, bisognerà consultare il naso elettronico

Pubblicazione:

Airbus  Airbus

Airbus è decisa ad arrivare al più presto a mettere in campo operativamente queste tecnologie per aumentare l’utilizzo dei pannelli in fibra di carbonio: lo scopo è arrivare al 2018 ad avere pronti i dispositivi che costituiranno la linea futura di test non distruttivi per l’assemblaggio in composito.

Col programma Combo NDT, l’Enea continua la sua esperienza europea per lo sviluppo di dispositivi di rilevamento elettronici nel settore aerospaziale, le cui applicazioni potranno ampliarsi anche alla diagnostica del motore, al monitoraggio delle emissioni e all’analisi della qualità dell'aria in cabina di pilotaggio. Grazie al lavoro congiunto di esperti di tecnologie sensoriali e ICT, i laboratori del Centro Ricerche di Portici rappresentano un’eccellenza di livello europeo nella messa a punto di tecnologie multisensoriali chimiche e dell’olfatto artificiale «e ci sono diversi progetti dove queste stesse tecnologie vengono utilizzate per altre applicazioni: come quelle per il monitoraggio della qualità dell’aria (come il sistema MONICA), oppure quelle per il monitoraggio della catena del freddo nel trasporto di ortofrutta e altri beni deperibili. Non mancano interessanti utilizzi nella diagnostica medica: mi limito a citare quelli per la diagnosi e il controllo dei livelli di diabete attraverso l’analisi dell’espirato e la misura dell’acetone in esso presente, che dipende direttamente dalla quantità di zuccheri presenti nel sangue».

 

 

 

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.