BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ASTROFISICA/Lo spettacolo galattico che affiora da un universo "sfuocato"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Ammasso di galassie con lente gravitazionale  Ammasso di galassie con lente gravitazionale

Nel 1994, quando ero ancora un giovane ricercatore astronomo in Italia, ho iniziato a visitare regolarmente lo Space Telescope Science Institute (STScI) a Baltimora per una collaborazione sulla coronografia stellare con Mark Clampin e Francesco Paresce. Erano i mesi immediatamente seguenti la prima missione dello Shuttle che aveva riparato il telescopio spaziale Hubble e si avvertiva nell’aria una grande eccitazione. Ogni giorno venivano diffuse immagini che confrontavano l’incredibile miglioramento delle prestazioni del telescopio, a testimonianza dello spettacolare successo ottenuto dalla Nasa e del luminoso futuro che si prospettava. Tuttavia, erano ancora evidenti le tracce dello shock prodotto dal guasto iniziale (l’aberrazione sferica) del telescopio; in particolare, nella sala controllo del primo piano un’intera parete era stata coperta con centinaia di vignette da tutto il mondo che deridevano la Nasa per il disastro dello specchio primario di Hubble. Lo staff dell’Istituto le aveva diligentemente raccolte e messe in mostra, indipendentemente dalla loro qualità e persino dalla lingua. Quando c’è una crisi, un po’ di ironia aiuta e mantenere le cose nella giusta prospettiva e a restare concentrati sul lavoro di ricerca della soluzione.

Una di quelle vignette aveva attirato la mia attenzione: era di Ralph Dunagin e mostrava un gruppo di esperti, i membri del 'Hubble Design Group', perplessi a chiedersi se 'forse lo spazio esterno è proprio annebbiato e sfuocato'. Mi è subito piaciuta e ne ho fatto una copia. Era diversa dalle altre perché, pensavo, era una vignetta su di noi, su come funziona la nostra intelligenza. Noi cerchiamo sempre una spiegazione, una ragione, e quando tutto le possibilità favorevoli vengono meno, iniziamo a considerare quelle bizzarre e improbabili. Ci sembra che dire 'non capisco' e smettere di indagare sia ancor peggio che aprire le porte a ciò che può sembrare assurdo; e la nostra segreta speranza, come scienziati, è scoprire che qualcosa di apparentemente assurdo è effettivamente reale.



  PAG. SUCC. >