BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TELESCOPIO HUBBLE/ Macchetto (astrofisico): 25 anni di scienza e bellezza

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Hubble in orbita  Hubble in orbita

Dopo Hubble sarà la volta del JWST: come raccoglierà l’eredità di Hubble e quali sono le sfide conoscitive che potrà affrontare?

Nei prossimi 10-20 anni l’astrofisica farà senz’altro grandissimi ulteriori progressi grazie al più potente telescopio spaziale che si sia costruito: il James Webb Space Telescope (JWST), un telescopio di 6,5 metri di diametro realizzato in collaborazione tra la Nasa e l’Esa, che sarà lanciato da un razzo Ariane 5 nel 2018. Questo progetto si pone al centro di quella che chiamiamo la ricerca delle ''origini'': cioè l’origine dell’universo, l’origine delle galassie e delle stelle e anche l’origine della vita stessa. Con JWST si dovrebbe se non risolvere del tutto almeno limitare le possibili teorie sulla forma dell’energia oscura, cioè la forza responsabile dell’accelerazione dell’universo. Vogliamo poi cercare la soluzione del mistero, cui prima ho accennato, della materia oscura; nei prossimi 20 anni dovremo poter risolvere anche questo problema, che ha straordinaria importanza sia per definire la futura evoluzione dell’universo, sia per chiarire quali tra le diverse possibili versioni del Big Bang, che diede origine all’universo, è quella corretta. Un altro campo nel quale prevedo una enorme crescita di interesse, sia a livello scientifico che per il grande pubblico, è l'astrobiologia, che unisce i biologi e gli astronomi nella grande ricerca delle origini della vita.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.