BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NANOMEDICINA/ Diagnosi precoci e non invasive con le nanoantenne dorate

Pubblicazione:

Azione illuminante delle nanoantenne  Azione illuminante delle nanoantenne
<< Prima pagina

Le nanostrutture ideate da Celebrano e colleghi sono a base di oro e sono completamente biocompatibili; sono state realizzate con una tecnica particolare per conferire loro una forma che favorisca una emissione di luce molto efficiente. Questo ha consentito al gruppo di fare un ulteriore passo in avanti: «infatti, oltre a raccogliere la luce e farla interagire con la materia, le nostre nanostrutture sono particolarmente ingegnerizzate anche per fungere da nanosorgenti. Agiscono come ricevitori ma anche come trasmettitori, restituendoci un segnale ottico che è a un regime di lunghezze d’onda diverso da quello illuminante e quindi fa un po’ come la fluorescenza. Le nostre antenne quindi non si limitano a ricevere a ad amplificare ma, essendo un emettitore intrinseco di luce, non solo accoppiano più luce a qualsiasi materiale circostante ma fanno anche da rivelatore automatico. Di conseguenza non c’è più bisogno di avere un’apposita illuminazione, che tra l’altro introduce ulteriori fonti di rumore disturbando la misura».

Possiamo forse più precisamente definirle delle nanosonde, che vanno a sondare il materiale in esame e emettono dei segnali dai quali si può capire subito cosa succede nei dintorni. Finora sono servite per studiare quello che accade a semplici molecole di riferimento; «poi si dovrà passare a una fase successiva che coinvolga laboratori del settore farmacologico-medico per mettere a punto procedure di analisi specifiche per determinate patologie. Penso che ci si possano aspettare grandi miglioramenti nelle analisi e importanti contributi nella diagnosi di gravi malattie come il cancro o il diabete di tipo I».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.