BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Scienze

DONAZIONE SANGUE/ Corte Europea: gli omosessuali possono essere esclusi, la Francia ha ragione

Gli omosessuali sono soggetti a rischio di tramsissione dell'Aids, per questo è giusto vietare loro di donare il sangue. Lo ha detto la Corte europea dando ragione alla legge francese

Immagine di archivioImmagine di archivio

La Corte europea dei diritti umani ha riconosciuto come valida la legge francese che vieta agli omosessuali la donazione del sangue. Questo perché sarebbero a rischio in quanto possibili trasmettitori di Aids. Nella sentenza però si sottolinea che vada dimostrato come il donatore, anche se omosessuale, sia soggetto a rischio. In caso contrario la donazione è permessa. "L'esclusione permanente dalla donazione di sangue per uomini che abbiano avuto rapporti omosessuali può, alla luce della situazione in Francia, essere giustificata" è quanto si legge. Tutto nasce appunto dal divieto francese, dopo che è stato documentato come l'incidenza dell'Aids è tra gli omosessuali duecento volte superiore al resto della popolazione francese. E' stato così imposto il divieto permanente di donazione a tutti i gay. La Corte europea ha chiesto però al governo francese dati più recenti sull'incidenza della malattia e se esistano tecniche più moderne per "l'individuazione della malattia che possano garantire in pieno la salute di coloro che ricevono trasfusioni di sangue, evitando possibili discriminazioni a scapito dei donatori".

© Riproduzione Riservata.