BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BIG DATA/ L'Europa schiera ASTERICS per catturare i raggi cosmici

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

La quarta struttura supportata da Asterics è il Cherenkov Telescope Array (CTA), il primo osservatorio mondiale per i raggi gamma, che comprende due grandi schiere di telescopi di tipo Cherenkov nei due emisferi. Il CTA offrirà prestazioni molto più elevate rispetto ai telescopi a raggi gamma oggi in funzione: il miglioramento delle capacità di rivelazione sarà di fondamentale importanza per lo studio dei molti tipi di sorgenti di raggi gamma, per identificare i meccanismi di accelerazione dei raggi cosmici e per aprire una finestra sulla rivelazione di nuova fisica, ad esempio di segnali di materia oscura.

Tra le altre strutture che si avvarranno dei calcoli di Asterics ce ne sono alcune future, come l’Osservatorio Gravitazionale Europeo (EGO), il telescopio spaziale Euclid dell’ESA, il Large Synoptic Survey Telescope (LSST) e altre già operative come il Low Frequency Array (LOFAR), l’High Energy Stereoscopic System (HESS), il Major Atmospheric Gamma Imaging Cherenkov (MAGIC) e la European Very Large Baseline Interferometry Network (EVN).

C’è da aggiungere che, contemporanea alla notizia del finanziamento di Asterics, è giunta quella della decisione dell’Inaf di entrare nella OpenPower Foundation, un consorzio fondato da IBM, Google, Nvidia, Mellanox e Tyan, che riunisce alcuni tra i maggiori fornitori di tecnologia informatica ed è in fase di espansione anche nei confronti delle università e degli istituti di ricerca di tutto il mondo.

La comunità scientifica sembra proprio pronta a raccogliere la sfida dei Big Data; e lo farà, a differenza del piccoletto dei celebri fumetti francesi del quale imita il nome, senza bisogno di "pozione magica".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.