BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INFARTO/ Gli italiani temono il primo, ma poi si trascurano: appello degli esperti

Pubblicazione:

foto:Infophoto  foto:Infophoto

Gli italiani hanno più paura del primo infarto e non della possibilità di avere il secondo. Passato il pericolo e l’ansia, molti infatti diminuiscono la terapia o addirittura la sospendono, ma sono proprio le cure a tenere lontano i rischi di un nuovo infarto con particolare attenzione a quella che serve ad abbattere il livello del colesterolo. Lo affermano i ricercatori in uno studio “Improve – it”, presentato nel novembre del 2014 al congresso dell'American Heart Association. Lo studio si concentra sull’importanza di abbattere i livelli di colesterolo, che viene preso sottogamba dai pazienti. «Possiamo affermare con certezza che non solo dobbiamo abbassare la soglia del colesterolo Ldl, ha chiarito Michele Massimo Gulizia, presidente dell'Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (Anmco) - ma addirittura dobbiamo abbatterla sotto il limite di sicurezza di 70 milligrammi per decilitro». Non solo il paziente, ma anche il medico dovrebbe occuparsi del profilo di rischio del paziente e dovrebbe impostare da subito una terapia cronica. (Serena Marotta) 



© Riproduzione Riservata.