BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NUOVO PIANETA KEPLER 425B/ Bersanelli: cerchiamo gemelli della Terra per capire chi siamo

Pubblicazione:

La NASA ha scoperto il pianeta gemello della Terra: Kepler 425b  La NASA ha scoperto il pianeta gemello della Terra: Kepler 425b

Sarà importante studiare le perturbazioni gravitazionali prodotte dal pianeta attorno alla sua stella per poter avere, come accennavo prima, un’idea della massa del pianeta. Decisiva poi, per lo studio degli esopianeti, sarà Plato, una missione dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) recentemente approvata per essere lanciata nel 2024, che continuerà e approfondirà la statistica che sta facendo Kepler, andando soprattutto a ottimizzare la capacità di rintracciare pianeti di dimensioni “terrestri”, quindi simili a quello appena scoperto.

 

Qual è secondo lei il valore di questo tipo di ricerche? Perché gli uomini hanno questo desiderio di trovare la vita extraterrestre?

Penso che sia perché ultimamente la ricerca per l’uomo è sempre la ricerca di se stesso, della propria origine e del proprio posto nell’universo. Andare a cercare la vita altrove è come cercare se stessi altrove. L’eventualità di trovare forme di vita in grado di comunicare con noi, in fondo tradisce la radice della curiosità scientifica e rivela la fonte della domanda del ricercatore: ultimamente la domanda è chi sono io. Anche la ricerca della possibilità vita su altri mondi è un modo diverso di andarsi a specchiare nella realtà cercando un incontro: un incontro con qualcosa che è altro da noi ma che ci può dire qualcosa su chi siamo noi, sulla nostra origine.
 

 

(Mario Gargantini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.