BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MALATTIE RARE/ Acalasia, per i medici il figlio che aspettava non poteva sopravvivere: invece è nato

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine dal web  Immagine dal web

Una malattia rara, scoperta un paio di anni fa, che colpisce una giovane inglese di 24 anni, Kate Gillespie. Si chiama acalasia esofagea: ogni cibo che la donna mangiava, lo vomitava quasi immediatamente. I dottori a cui si era rivolta avevano programmato un intervento chirurgico per guarirla, ma insieme al cibo la donna aveva vomitato più volte anche la pillola contraccettiva che prendeva in quanto né lei né il suo compagno volevano avere dei figli. Così poco prima dell'intervento scopre di essere in stato di gravidanza e Kate decide di rimandare l'operazione a dopo il parto. I medici la sconsigliano: il bambino, dicono, non potrà sopravvivere perché data la malattia della madre non riceverà sufficiente nutrimento. Abortire e lasciarsi operare, le dicono. Lei invece porta avanti la gravidanza e con grande sorpresa di tutti il bambino nasce sano e anche del peso giusto. Incredibilmente per tutta la gravidanza la donna non soffre delle normali nausee di cui soffrono quasi tutte le donne incinte. Adesso il bambino ha 15 mesi e gode di ottima salute e anche la madre ha potuto sottoporsi all'operazione preventivata. La malattia rimane in forma ridotta, perché permanente, ma con l'aiuto di forti dosi di acqua ogni volta che mangia, Kate è adesso in grado di digerire il cibo.



© Riproduzione Riservata.