BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Scienze

BUCKET CHALLENGE/ Secchiate d'acqua, con i soldi raccolti scoperto gene della Sla

Grazie ai soldi raccolti con la sfida a gettarsi secchiate d'acqua gelata in testa, ricercatori italiani hanno scoperto un gene che sarebbe alla base della malattia della Sla

Immagine dal webImmagine dal web

Ricordate un paio di anni fa quando tutti si gettavano in testa secchiate d'acqua gelata? Era la moda del momento, anche vip e personaggi importanti partecipavano, compreso l'ex presidente degli Usa George Bush Jr, Renzi, Celentano e le suore di un convento irlandese. Forse però ci siamo dimenticati il motivo di quella divertente pazzia: era a scopo benefico. L'iniziativa era il modo di promuovere una raccolta di fondi per le ricerche sulla Sla. Adesso grazie a quei soldi, impiegati in due studi, ricercatori italiani hanno scoperto un nuovo gene che è alla base della sclerosi laterale amiotrofica. I due studi sono stati pubblicati sulla rivista di settore Nature Genetics. Autori ne sono appartenenti all'Istituto Auxologico Italiano - Dipartimento di Fisiopatologia e Trapianti - e al Centro "Dino Ferrari" dell'Università degli Studi di Milano e riguardano la  Sla familiare e la Sla sporadica. Il commento dei ricercatori: "Non possiamo ancora dire che la Sla ha i minuti contati, ma di certo la ricerca italiana si sta impegnando da anni per venirne a capo, sia in senso diagnostico che terapeutico. Al mosaico si aggiungono oggi due importanti tasselli che a buona ragione possono essere considerati storici, per vastità, importanza della ricerca e della rivista che proprio oggi ne diffonde i risultati.  Un traguardo, questo, che potrà segnare la storia recente e futura nella ricerca e nella cura della patologia".

© Riproduzione Riservata.