BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Scienze

Facebook legge il pensiero/ Al B8 la nuova intuizione degli sviluppatori: scrivere con la mente

Scrivere con la mente, la nuova intuizione degli sviluppatori di Facebook: tra qualche anno i nostri pensieri passeranno dalla testa allo schermo senza usare le dita, possibile?

Scrivere con la menteScrivere con la mente

Il futuro è già qui. Le prossime intuizioni della rete parlano chiaro e ci offrono un nuovo metodo di scrittura che si strutturerà esclusivamente grazie all'ausilio della nostra mente. La notizia appare oltre che estremamente futuristica anche rivoluzionaria ma, ben presto, si trasformerà in realtà. Ad annunciare la novità, ci ha pensato Regina Dugan, responsabile di Building 8, il laboratorio di ricerca della società sui progetti innovativi. Durante la conferenza stampa degli sviluppatori di Facebook, così come riporta anche Adnkronos, si sono evidenziate le nuove portentose idee del team di Mark Zuckerberg. L'idea sarà "semplicemente" quella di trasferire i pensieri prodotti dalla nostra mente allo schermo di un personal computer senza l'ausilio delle dita. Idee, risposte, commenti e pensieri potranno quindi chiaramente interfacciarsi dalla mente allo schermo di un PC (ma anche di altri dispositivi multimediali). Ciò che pensiamo potrebbe diventare immediatamente una realtà scritta senza - di fatto - muovere un muscolo (o forse è il caso di dire "muovere un dito"). In sintesi, la prossima interfaccia che sta sviluppando il team, ci permetterà un "discorso silenzioso" attraverso computer e smartphone senza dovere parlare e digitare sulla tastiera fisica e virtuale. 

"Nei prossimi due anni costruiremo sistemi che dimostrano la possibilità di digitare a una velocità di 100 parole al minuto decodificando l'attività neurale dedicata al discorso", ha spiegato Dugan su Facebook. Questa incredibile nuova tecnologia in cantiere, non sarà la sola ad essere strutturata in quanto, verrà affiancata ad un'altra che consentirà all'utente di "sentire con la pelle". Se il "Medioevo" è solo un ricordo, l’intuizione pare strizzare l'occhio all'impossibile ma, finché l'uomo può pensarlo sicuramente potrà anche farlo (e scriverlo...).

© Riproduzione Riservata.