BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LA TERRA È PIATTA/ Samantha Cristoforetti: la risposta al complottista diventa virale

La Terra è piatta: Samantha Cristoforetti da astronauta a troll. La risposta al complottista diventa virale. Recentemente però ha parlato della futura missione per Marte 

La Terra è piatta: Samantha Cristoforetti La Terra è piatta: Samantha Cristoforetti "troll"

La Terra non è un globo: così Samantha Cristoforetti si è presa gioco di un follower. Internet è pieno di complottisti e di teorie cospiratorie, così l'astronauta, prima donna italiana negli equipaggi dell'Agenzia Spaziale Europea, ha deciso di vestire i panni del "troll". Con questo termine si definisce quell'utente che nella comunità virtuale invia messaggi provocatori. Solitamente è anonimo, ma Samantha Cristoforetti ci ha messo la faccia. Quando allora un utente su Twitter le chiede di confermare se la terra è tonda o invece è piatta, la nostra AstroSamantha coglie l'assist al volo. «Ciao, posso farti una domanda chiedendoti di essere sincera? La terra è tonda o piatta?», chiede il follower. E l'astronauta non si fa pregare per la risposta: «E' tetraedrica. Una scomoda verità che la potentissima lobby internazionale della Terra piatta vorrebbe tenerci nascosta».

LA TERRA È PIATTA: SAMANTHA CRISTOFORETTI "TROLL"

IL FUTURO PASSA DA... MARTE

Da questa vicenda, dunque, non solo scopriamo la vena ironica di Samantha Cristoforetti ma anche che esistono ancora persone che sospettano, nella migliore delle ipotesi, che il nostro pianeta sia patto. In un'intervista recente a Wired, invece, aveva parlato seriamente del futuro sbarco dell'uomo su Marte: «Nessuno oggi può indicare con precisione la data. L'obbiettivo implica una serie di sfide tecnologiche non ancora vinte e che peraltro potrebbero nascondere difficoltà ulteriori e impreviste». Lo sbarco su Marte rappresenta dunque una grande sfida per l'umanità: «Implica la capacità di mantenere in vita astronauti che non potranno essere riforniti come invece accade periodicamente sulla Iss, proteggerli dalle radiazioni, metterli in condizione di sfruttare le risorse in loco». 

© Riproduzione Riservata.