BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Inter, Blanc, Benitez, Zenga e Spalletti, quattro papabili per il dopo-Mourinho

Moratti irritato dalle continue prestazioni negative in Champions, è pronto ad un clamoroso cambio

Moratti_Massimo_R375_2ott08.jpg (Foto)

CALCIOMERCATO INTER – Nonostante le dichiarazioni di rito e di facciata Moratti inizia a “non dormire la notte” per via dei continui risultati negativi della sua squadra in Champions. Josè Mourinho è approdato ad Appiano Gentile come l’uomo che avrebbe dovuto riportare la Coppa dalle grandi orecchie alla Pinetina ma i risultati ottenuti finora sono più che deludenti. Ecco perchè il patron nerazzurro è pronto al grande cambio in vista del prossimo giugno, o clamorosamente di gennaio, qualora l’Inter non raggiungesse gli ottavi. Quattro sono i papabili per il futuro: Blanc, Benitez, Zenga e Spalletti. Partiamo dal primo. Ottimi i rapporti fra il francese e Moratti per via del trascorso nerazzurro. Laurent si sta dimostrando un allenatore di primo livello e il primo posto nel girone di Champions con Juventus e Bayern Monaco lo dimostra ampiamente. Blanc sarebbe l’allenatore giusto per ricominciare da zero e non è detto che a Milano sbarchi con qualche pupillo dei suoi tipo Gourcuff e Chamakh.

La sicurezza si chiama invece Rafa Benitez, allenatore in grado di ottenere grandissime cose in Champions, tra cui la storica vittoria del 2005 contro il Milan. Lo spagnolo, nonostante si mormori il contrario, sembra ormai vicino alla conclusione della sua permanenza fra le fila dei Reds. Le ultime due ipotesi sono invece suggestive. La prima è targata Walter Zenga. Moratti apprezza da sempre il lavoro del l’uomo ragno e sarebbe pronto ad iniziare un ciclo con l’ex portiere, sulla falsa riga della tradizione rossonera, il Milan ai milanisti. Spalletti, invece, è apprezzato per il gioco spumeggiante e champagne, nonché per i buoni risultati ottenuti in Champions. Quest’ultimo sembra però destinato ad allenare in Russia, ma in caso di un’offerta nerazzurra potrebbe accadere l’imprevedibile.

© Riproduzione Riservata.