BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

JUVENTUS/ Diego e la crisi di inizio stagione: è colpa del giocatore o la squadra non lo aiuta?

Il fantasista sta vivendo un momento di appannamento ma la squadra manca di organizzazione

diego_magliajuve_R375x255_23ago.jpg (Foto)

JUVENTUS – In molti si stanno chiedendo dove è finito il Diego di inizio stagione e soprattutto del Werder Brema. Negli occhi dei supporters bianconeri vi sono le reti contro la Roma ma anche le galoppate e le prestazioni eccelse con la maglia verde del club di Brema. Il Diego che scende in campo in queste settimane è un giocatore con il freno a mano tirato, con le batterie scariche, lontano dallo spumeggiante brasiliano che ha convinto la Juventus a spendere 25 milioni di euro. Resta da capire se il problema risiede solamente nel giocatore, oppure, deriva da una questione tattica. Diego è approdato nella Vecchia Signora dopo aver lasciato in Bundesliga un gioco organizzato e collaudato.

Nel 4-3-1-2 del Werder Diego ha sempre giocato come vertice alto del rombo, supportato dalle geometrie di Frings e dagli inserimenti di Ozil e Baumann. A Vinovo, invece, tutto è cambiato. La Juventus ha iniziato con il rombo, e il numero 28 ha fatto vedere grandi cose, poi, per via di infortuni e di alcuni evidenti problemi, Ferrara ha deciso di cambiare e di passare ad un 4-2-3-1 mutato a volte in un 4-3-2-1. Chiaro, a questo punto, che la verità “sta nel mezzo”. Se è vero infatti che Diego non sta sicuramente attraversando un periodo eccelso per via di una forma fisica non al 100% ed anche di uno scarso ambientamento con la Serie A, è vero anche che la Juventus sta facendo di tutto per mandare in confusione il giocatore. Manca l’organizzazione, come ha detto Buffon mercoledì sera, e Diego è l’immagine nitida di questa carenza dei bianconeri.

© Riproduzione Riservata.