BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA/ Francesca Piccinini "Il sogno? L'oro olimpico e poi una famiglia..."

Pubblicazione:martedì 1 dicembre 2009

Piccinini_R375_30nov09.JPG (Foto)

 

Certamente contribuiscono le nostre vittorie. Ormai c'è un'attenzione molto forte attorno a questo sport anche in chiave femminile -

 

Un consiglio ai più piccoli che vogliono iniziare questo sport?

Di giocare a volley e farlo per gioco. Divertendosi e non pensando solo al fattore agonistico. Poi tutto viene di conseguenza...


Tu hai giocato anche in Brasile. Come giudichi quella nazione?

E' stata un'esperienza utile per la mia carriera e la mia vita di donna e di persona. Anche perché ho conosciuto un paese splendido, solare, eccezionale. Mi sono trovata molto bene.


Ormai sono le donne le padrone dello sport italiano. Cosa ne pensi?

Quest'anno è stato straordinario. Ci sono state Federica Pellegrini, Flavia Pennetta, le ragazze della scherma. E molte altre campionesse. Probabilmente in questo momento noi donne abbiamo più convinzione, più determinazione e questo ci porta a essere delle atlete vincenti.

 

Come ti trovi a Bergamo? Ti manca la Toscana?

Ormai sono undici anni che sono a Bergamo. Mi trovo bene, è diventata per me la seconda patria. Anche se devo ammettere che non rinnego le mie radici, la Toscana, Massa, la città dove sono nata. Appena ho un giorno di libertà vado sempre in quei luoghi dove sono cresciuta, a cui sono rimasta legata indelebilmente.

 

Com'è Francesca Piccinini fuori dal volley? Quali sono il ritratto e i sogni nascosti di una campionessa dello sport?

Sono una persona normale che vive come tutti gli altri. Magari con un desiderio che mi porto dentro... avere una famiglia, avere dei figli. Sì, l'ammetto, diventare mamma è un altro sogno che vorrei realizzare quando avrò finito la mia carriera nel mondo dello sport.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.