BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CALCIOMERCATO/ Juventus, Ferrara via? Sarebbe come esonerare Lippi!

Il futuro dell'allenatore bianconero non dipende da Bari, scopriamo perché...

ferrara_lippi_R375x255_18mag09.jpg(Foto)

La prematura eliminazione in Champions pone Ciro Ferrara davanti a uno snodo cruciale della sua carriera da tecnico bianconero. Questo è quanto pensano molti addetti ai lavori, ma è realmente così la situazione? A Ciro Ferrara si possono imputare molti capi d’accusa, primo fra tutti quello di non avere fin qui dato un gioco alla squadra. La società all’inizio aveva grandi ambizioni con l’obiettivo prioritario di tornare a vincere lo scudetto. Nessuno, nemmeno i più scettici, avrebbero però ipotizzato un avvio così incerto: nella gestione Ferrara sono degne di nota (oltre al successo con l’Inter) le prove con la Roma e con la Samp.

Troppo poco per il potenziale a disposizione. In Europa la Juve ha addirittura espresso il peggio di sé, dimostrando sia all’andata che al ritorno di non essere all’altezza del Bordeaux e del Bayern. E’ già terminato da tempo anche l’idillio con i tifosi, che rimpiangono, oggi più che mai, la vecchia triade. La tifoseria è arrabbiata anche perché ha la sensazione che nulla possa cambiare o meglio che in virtù dei piani futuri (vedi alla voce Marcello Lippi) il destino di Ciro Ferrara sia sempre e comunque sulla panchina della Juve. Quindi la sfida di Bari non rappresenta nessuna prova: Ferrara ha la fiducia incondizionata della dirigenza. Non è un mistero che l’attuale Ct della nazionale al termine dei Mondiali arriverà a Torino nella veste di direttore tecnico con Ferrara (già suo collaboratore in azzurro) come allenatore.