BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA CHIEVO/ Di Carlo: "Non siamo più un miracolo, spero in un derby di Verona in A!"

Pubblicazione:domenica 20 dicembre 2009

dicarlo_mimmo_R375x255_20dic09.jpg (Foto)

Un bravo ragazzo, un grande attaccante. Sta giocando al massimo, come fa sempre, lottando per la squadra. Ha un grande senso del gol.

 

Quali sono i giovani del Chievo che possono andare in grandi club?

Non so se potranno ambire a grandi club … preferisco citare semplicemente i giovani del Chievo che reputo particolarmente promettenti. Ce ne sono molti ma al momento vorrei ricordare Hanine e Sbaffo.


Ha detto spesso che ha imparato molto da Guidolin, Cosa c'è di lui nel Chievo di Di Carlo?

Da Guidolin ho imparato l’ importanza dello spirito di gruppo ma, soprattutto, la voglia di non mollare mai, la determinazione a superare i propri limiti. Ecco, vorrei che il ‘mio’ Chievo cercasse sempre di andare oltre i propri limiti


E' difficile allenare a Verona? Che tipo di piazza è?

Direi che qui l’ ambiente è davvero ideale per un allenatore: è una piazza che permette ad un tecnico di lavorare nella massima tranquillità e di riuscire a dare tutto se stesso.

 

E' un anno buono per Verona. Il Chievo sta andando bene, il Verona guida la prima divisione. Avremo di nuovo un derby in serie A?

E’ quello che mi auguro di cuore.


Come giudica l'Hellas? Fa bene questa rivalità alla città e al Chievo?

Certo, questa rivalità non può che arricchire la città. Puo’ e deve essere una rivalità assolutamente positiva.

 

Sono troppe due squadre per Verona?

Come si vive in questa città? Due squadre, ripeto, non possono che essere una ricchezza per Verona. Verona è una città splendida, in cui mi trovo benissimo. Una città bellissima, di grande cultura, dall'alta qualità della vita.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.