BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Juventus, Elkann - Agnelli: è pace armata. Intanto Bettega aspetta...

Pubblicazione:mercoledì 23 dicembre 2009

agnelli_andrea_elkann_R375x255_22dic09.jpg (Foto)

ESCLUSIVA CALCIOMERCATO JUVENTUS - Se c’è una cosa chiara nelle vicende turbolente di queste ore in casa Juventus è la posizione dei tifosi bianconeri. L’hanno espressa chiaramente domenica nella gara interna persa con il Catania. Prima uno striscione: «Blanc, Secco, Fassone e Patania e i soldi degli Agnelli volan via». Poi un secondo: «Dilettanti allo sbaraglio», con chiaro riferimento a John Elkann e ai suoi uomini piazzati come presidenti o dirigenti. Infine un ultimo che chiude il ragionamento: «Andrea Agnelli».

 

Il popolo bianconero chiede a gran voce il ritorno al blasone che la storia della Juventus ha innalzato in questi anni, soprattutto sotto la presidenza dell’Avvocato e del fratello Umberto. Ma, a quanto ha potuto ricostruire ilsussidiario.net, l’arrivo di Andrea Agnelli come presidente è un’ipotesi che, se capiterà, sarà nel medio lungo periodo. La visita di settimana scorsa a Vinovo in compagnia di John Elkann sarebbe stata più di facciata che di sostanza e sarebbe legata alle vicende giudiziarie, nate dopo le dichiarazioni di Margherita Agnelli, che avrebbe accusato Gianluigi Gabetti e l’avvocato Franzo Grande Stevens di aver occultato parte del patrimonio estero dell’Avvocato.

 

Se le accuse venissero confermate ecco che all’interno della famiglia ci sarebbe un possibile cambiamento negli equilibri interni, con la possibilità che John Elkann venga desautorato nel ruolo di potere al momento nelle sue mani. C’è da dire anche che la Giovanni Agnelli & C., società con cui la famiglia controlla la Exor, è per il 30% nelle mani di John mentre per il 10% in quelle di Andrea.

 

CONTINUA LA LETTURA CLICCANDO IL PULSANTE QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >