BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AS ROMA/ Qualificazione ottenuta, ora c'è la Lazio!

I giallorossi vincono in rimonta la gara con il Basilea guadagnando così la qualificazione anticipata al prossimo turno di Europa League. Non è una Roma perfetta e la difesa mostra ancora insicurezze. Ma ora bisogna pensare al derby

totti_R375x255_1dic08.jpg (Foto)

Si potrebbe dire che quello di ieri sera è stato il solito 2-1. Non in un’accezione negativa ma in virtù della regolarità (quasi svizzera) con cui si ripete questo risultato, almeno nelle ultime gare. La partita con il Basilea non era una gara facile e Ranieri lo sapeva, tanto che “ho messo dentro i migliori perchè sapevo della bontà del Basilea e la difficoltà della gara”. E infatti si sono visti Totti, De Rossi, Vucinic, Menez e molti altri dal primo minuto. Per di più il match è cominciato in salita, con un gol subito e il gioco da riformare.

 

La Roma però ha reagito, prima con il suo capitano, poi con un gol straordinario di Mirko Vucinic. I tre punti di questo 2-1 sono fondamentali: permettono alla Roma di continuare a parlare di Europa visto che con la vittoria dell’Olimpico è arrivata la qualificazione sicura e il salto al primo posto del girone scavalcando così gli svizzeri.

 

Un bottino da portare a casa con non poca soddisfazione, certo. Però ci sono anche aspetti e prestazioni che non hanno pienamente convinto. A partire dalla difesa giallorossa che, per l’ennesima volta, ha mostrato parecchie lacune e momenti di pericolosa disorganizzazione, sventati ora da Julio Sergio (ancora una volta all’altezza) ora dagli errori avversari. Cicinho, tornato dal primo minuto, non sembra convincere.

 

CONTINUA LA LETTURA CLICCANDO IL PULSANTE QUI SOTTO