BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA JUVENTUS INTER/ Schillaci: Vi racconto il "mio" derby d'Italia

Pubblicazione:sabato 5 dicembre 2009

schillaci_r375_5nov09.jpg (Foto)

 

 

Ferrara è all'esordio come allenatore, deve ancora farsi le ossa. E' alla sua prima stagione in un club importante. Mourinho è un tecnico di esperienza che ha girato il mondo e conosce benissimo il suo mestiere.


Lei per chi tiferà?

Premetto che da bambino ero juventino. Devo dire comunque che ora la mia simpatia va a tutte le squadre in cui ho giocato, E poi naturalmente al Palermo, la squadra della città dove sono nato.


Il Palermo non sta attraversando un buon momento. Anche il Catania non va troppo bene. Le due squadre siciliane in serie A sono in diffiicoltà...

Il Palermo ormai è una big del calcio italiano. Ci si aspetta molto da questa squadra, che competa per un posto in Europa, che lotti per le posizioni di vertice. Penso che anche se adesso sta facendo fatica abbia tutto il tempo per recuperare. Per il Catania la situazione è più dura. Non si è molto rafforzato nella campagna acquisti e sta lottando per le posizioni più basse della classifica.


La Nazionale forse resta la squadra a cui è più legato...

Certo, ho un ricordo fantastico della mia esperienza ai Mondiali del 1990 quando riusciii a vincere la classifica dei cannonieri e a disputare un torneo fantastico. Sono ricordi che anche a anni di distanza restano indelebili, nella mente, nell' animo.

 

Come vede l'Italia per Sudafrica 2010?

E' una buona squadra che può stupire tutti, anche se certamente sarà difficile ripetersi e conquistare di nuovo il titolo mondiale. Dipende anche dalle squadre che incontrerà durante Sudafrica 2010. Anche se prima del Mondiale in Germania 2006 nessuno avrebbe scommesso un centesimo su un'Italia così forte...

 

Lei attualmente gestisce una scuola di calcio a Palermo. Com'è il suo rapporto con i ragazzi?

E' stupendo fare imparare ai più piccoli il calcio. C'è una passione e un entusiasmo incredibili. E' un modo per insegnare sport, ma anche perché i ragazzi stiano assieme, facendo qualcosa di bello e coltivando il sogno di diventare dei calciatori. E devo dire che tutti vogliono fare l'attaccante, il fascino del gol è sempre, fin da piccoli, la cosa più desiderata. Del resto in Sicilia sono nati centravanti come Anastasi e Schillaci... Aspettiamo di veder crescere il centravanti del futuro!

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.