BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA/ Borini: «Lavoro e sacrificio, così ho conquistato il Chelsea!»

borini_R375x255_27APR09.jpg(Foto)

Al tuo esordio in Premier con il Tottenham Drogba ti regalò lo champagne che aveva ricevuto come man of the match. Ieri qualche altra sorpresa?

Lo staff del Chelsea mi ha fatto i complimenti. Visto che mi conoscono da più di due anni hanno visto la mia crescita e appena uno dei giovani esordisce in prima squadra è anche una loro gratificazione per il lavoro che hanno fatto in Academy, Under 18, riserve e prima squadra. Un'attenzione non solo calcistica ma anche umana.

 

Il tuo futuro lo vedi in Premier o speri in un ritorno in Italia?

Adesso non pensa all’Italia. Sto bene a Londra e sto investendo e costruendo qui la mia carriera. Mi vedo solo qui. Poi in futuro se arriverà l’occasione ci penserò.

Come ti trovi in Under 21? In attacco c'è molta concorrenza…

E’ stata una bella esperienza. E’ importante poter scendere in campo al fianco di calciatori che giocano con continuità sia in Serie A che in B. La sfida di guadagnarsi un posto è una di quelle che mi sono posto e mi sento pronto ad affrontare.

 

Due tuoi compagni in azzurro, Balotelli e Santon, stanno vivendo un momento particolare all’Inter. Che consiglio gli dai?

Mario l’ho visto per la prima volta in Under nell’ultima partita. Davide invece lo conosco da tempo perché era mio compagno già nelle under minori. Sa di essere un grande giocatore e sa quello che deve fare.

 

orini per chi faceva il tifo?

Da piccolo simpatizzavo per la Juventus. Non ero però un tifoso sfegatato

 

(Eugenio Monti)

© Riproduzione Riservata.