BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

COCAINA FLACHI/ Sarà radiato ma non lasciamolo solo

L'attaccante bresciano era già stato squalificato due anni per cocaina

Flachi_R375_14gen10.jpg (Foto)

«No, non sono un drogato». Sono queste le parole amare di Francesco Flachi, che, trovato positivo alla cocaina dopo la gara Brescia-Modena, ora rischia la radiazione. Il fantasista toscano era già stato squalificato due anni per lo stesso motivo. A Brescia, purtroppo, non è il primo caso. Chi ha buona memoria si ricorda anche del laterale Bachini, vittima anche lui della stessa situazione.

 

In queste ore si è mobilitata la consueta caccia alla streghe nei confronti di un giocatore che ha sbagliato, che per utilizzare le parole sagge di Gigi Maifredi (consulente tecnico del Brescia) è «caduto nei tranelli della vita». Da questo punto di vista l’atteggiamento del Brescia calcio è stato meritorio, perché ha continuato a sottolineare l’aspetto umano della vicenda. Adesso c’è una persona che ha bisogno di essere seguita, non abbandonata. C’è una famiglia che ha bisogno di essere protetta, non messa alla berlina.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO