BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA BARI-INTER/ Ventola: attenta Inter, l'entusiasmo del mio Bari può farti male!

NICOLA VENTOLA commenta Bari-Inter, la sfida tra la squadra che l'ha cresciuto e quella con cui ha giocato la Champions League. I primi passi nel calcio che conta, il fenomeno Ronaldo e ora il Novara che stupisce

ventola_R375x255_16gen10.jpg(Foto)

Abbiamo chiesto a Nicola Ventola, grande ex di Inter e Bari, di commentare, in esclusiva per ilsussidiario.net,  la sfida del San Nicola. Ventola ha esordito proprio nel Bari in serie A nel 1994, poi è andato all'Inter con cui nella stagione 1998 - 1999 ha giocato 21 partite segnando 6 gol. Nell'Inter è stato anche dal 2001 al 2003 e nel 2004. Ha giocato anche al Bologna, all'Atalanta, al Siena, al Crystal Palace, al Torino. Milita ora nel Novara che ha sfidato in settimana il Milan a San Siro.

Ventola stasera c'è Bari - Inter. Da ex come giudica questa partita?

E' un incontro molto importante per il Bari che può certamente mettere in difficoltà l'Inter. Un incontro più equilibrato del previsto nonostante la forza straordinaria dei nerazzurri...

Per chi farà il tifo?

Per il Bari, la squadra dove sono diventato professionista, che mi ha permesso di diventare un giocatore famoso. E' li che ho ancora oggi i miei migliori ricordi.

Come giudica questo club?

Sta facendo una grande annata. Anche quando perde dimostra un gioco e un'organizzazione tattica notevole. E poi la difesa è eccezionale. Bonucci e Ranocchia stanno dimostrando di essere dei veri campioncini.

Dove può arrìvare il Bari?

Credo che mai come quest'anno il Bari potrebbe centrare anche la qualificazione all'Europa League. A Bari c'è molto entusiasmo e questo potrebbe aiutare la compagine pugliese a raggiungere questo obiettivo. C'è fame e voglia di grande calcio.

Come giudica l'Inter invece?

Una squadra eccezionale, forte in tutti i reparti. Mi stupisce che faccia così fatica in Champions. Anche se forse le squadre inglesi sono ancora leggermente superiori.

Più forte la "sua" Inter o quella attuale?

La nostra lottava per vincere gli scudetti e spesso ci è arrivata vicino. Forse ci mancava qualcosa in difesa. Ma in compenso avevamo un fuoriclasse di nome Ronaldo.

Com'era?