BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA INTER MILAN/ Scarpini presenta il derby e scommette sul centrocampo: «La partita si deciderà lì»

Pubblicazione:venerdì 22 gennaio 2010

zanettiX_interR375_26nov08.jpg (Foto)

Domenica sera l'Italia intera (e non solo) sarà seduta a godersi lo spettacolo del derby meneghino. Inter e Milan si sfideranno per cercare di chiudere il campionato (la prima), o riaprirlo in maniera clamorosa (la seconda). Abbiamo chiesto a Roberto Scarpini, direttore di Inter Channel, in esclusiva per il sussidiario.net, quali sono le sensazioni in casa nerazzurra a tre giorni dalla grande sfida.


Roberto, il Milan arriva carico al derby, mentre l'Inter, nonostante due rimonte prodigiose, sembra in affanno. Che derby dobbiamo attenderci?

Sarà un derby aperto a qualsiasi risultato, speriamo sia divertente, spettacolare, come quello dell'andata... L'Inter qualche problema ce l'ha dal punto di vista numerico, visti i tanti infortuni, e comunque in dieci partite il Milan ha recuperato solo tre punti.

 

In casa Inter tiene banco l'emergenza infortuni: Stankovic, Thiago Motta e Muntari potrebbero non essere della partita. Che Inter sarà quella di domenica?

Ci sono ancora due giorni di allenamento e tre dal fischio d'inizio. Qualcuno potrà recuperare, ma comunque non ha i minuti delle gambe, anche perché qua non si parla di problemi di carattere traumatico, che possono essere smaltiti anche in 24 ore, i problemi sono di carattere muscolare, quindi è giusto aspettare le decisioni dello staff medico.

 

Come sta preparando la partita Mourinho?

Sta lavorando con grande impegno come fa in tutte le partite, comunque in caso di vittoria il Milan non guada 15 punti, ma solo 3. Anche se poi loro devono recuperare la partita di Firenze, un match duro: vincere non sarà così automatico come spostare una partita di Coppa Italia o di Campionato.


Per il Milan può essere considerata un'ultima spiaggia per la lotta scudetto?

 

CONTINUA A LEGGERE L'INTERVISTA, CLICCA QUI SOTTO

 


  PAG. SUCC. >