BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Juventus, Ferrara ora trema davvero ma «Non mi tiro indietro!»

Pubblicazione:domenica 24 gennaio 2010

ferrara_ciro_R375x255_7giu09.jpg (Foto)

CALCIOMERCATO JUVENTUS – L'ennesima sconfitta della Juventus mette seriamente sulla graticola Ciro Ferrara. Se fino a poco tempo fa il tecnico partenopeo sembrava confermatissimo, ora, con la Champions League seriamente in dubbio, la situazione si è completamente rovesciata.

 

L'eliminazione in Champions di qualche settimana fa unita alla probabile mancata qualificazione in Coppa per la prossima stagione creerebbe infatti un disastro economico dalle immane proporzioni considerati i 50 milioni di euro spesi in estate. Ferrara vuole comunque provare fino alla fine a rimanere ancorato alla sua panchina: «A me hanno insegnato, in tanti anni di Juve – dice l'allenatore della Juve - vis­suti anche da giocatore, che non bisogna mollare, non bisogna tirarsi indietro».

 

L'allenatore della Juventus ha cercato di rimaneggiare la sconfitta: «In altre occasioni la nostra sconfitta poteva essere meritata ma questa volta non è stato così per il tem­peramento, la voglia, l’impegno che sono stati profusi dai miei giocatori. Sicuramente non siamo stati impeccabili, ad esempio, nell’azione difensiva che ha causato l’espulsione di Buffon. In genere ci dovrebbe e potrebbe essere più attenzione, ma continuiamo comunque a denunciare troppi infortuni. Ad esempio, per quanto riguarda l’attac­co, mi piacerebbe averne a disposizione qualcuno in più».

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
24/01/2010 - Ferrara, basta per favore! (Giuseppe Crippa)

Bella la retorica del “non mollare” del “metterci la faccia”, ma per Ferrara dovrebbe essere il momento (anzi è arrivato da tempo) dell’ammettere di essere inadeguato ad un ruolo al quale era stato promosso senza alcun merito né “gavetta”. Il farsi da parte: ecco il gesto da uomo che ci aspettiamo da lui. PS . Non capisco perché Danone non abbia già bloccato la sua campagna pubblicitaria dei prodotti Danette con Ferrara protagonista: a meno che per una grande multinazionale come questa il mercato italiano sia trascurabile…