BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA INTER MILAN/ Prati: Ronaldinho e Balotelli il derby dipende da loro

Pubblicazione:domenica 24 gennaio 2010

ronaldinho_gioia_R375x255_03nov09.jpg (Foto)

Rocco era un allenatore che puntava molto sulla battuta, sul rapporto umano con noi giocatori. Non c'erano lavagne, filmati e cose di questo tipo nel Milan di allora. Herrera invece cercava di dare molto del suo carisma alla squadra. La caricava sempre. Usava ogni tipo di alchimia tattica per vincere il derby. Il derby tra questi due personaggi così diversi era una sfida nella sfida.

 

Nessuna analogia quindi con i due tecnici di Milan e Inter di questo 2010?

Mourinho ricorda in parte Herrera per quella sua voglia di punzecchiare gli avversari, per quella capacità di infiammare la stampa ed essere sempre sulla prima pagina dei giornali.


E i presidenti Massimo Moratti e Berlusconi?

E' cambiato molto il modo di intendere il calcio. Non vedo molte analogie con Angelo Moratti e Carraro.

 

Nostalgia?

Magari delle giocate di Rivera. Un autentico fuoriclasse. Uno dei più forti di tutti i tempi...


Come vede il cammino di Inter e Milan in Champions League?

Il Milan in Europa ha vinto molto. Credo che poi abbia la possibilità di mettere in difficoltà il Manchester United, anche se la squadra inglese parte logicamente favorita.

 

L'Inter invece?

L'Inter ha costruito una delle squadre più forti d'Europa. La voglia di riportare in casa nerazzurra questo trofeo è tantissima. Ha tutte le carte per fare due grandi match con il Chelsea. Deve finalmente dimostrare di valere anche fuori dall'Italia. Anche se il Chelsea visto ultimamente ha ancora qualcosa in più.

 

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.