BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ESCLUSIVA CALCIOMERCATO NAPOLI/ L'agente di Molinaro racconta il "sogno tedesco" dell'ex bianconero che era a un passo dal Napoli...

Pasquale Gallo, agente di Cristian Molinaro, ora allo Stoccarda, racconta l'esperienza in Bundesliga dell'ex terzino bianconero

molinaro_R375x255_14ott09.jpg(Foto)

CALCIOMERCATO JUVENTUS NAPOLI– Abbiamo contattato, in esclusiva per ilsussidiario.net, Pasquale Gallo, agente dell’ex bianconero Cristian Molinaro. Uno sguardo all’esperienza allo Stoccarda, alla Juventus, un commento sull’interesse del Napoli e sul sogno chiamato Nazionale.

Come sta vivendo Molinaro questa nuova avventura a Stoccarda?

Alla grande, Cristian è stato accolto benissimo. L’esperienza all’estero, in Germania, è una cosa che il mio assistito voleva da tempo e precisamente da settembre. La Juventus è sempre stata entusiasta di lui, soprattutto del suo carattere, un giocatore che ha dimostrato in ogni occasione un’assoluta professionalità, ma la trattativa si è concretizzata per una questione economica. Peccato perché nella Juve ha giocato 80 partite di fila e poi, dopo un infortunio, è stato relegato sempre in panchina… Comunque Molinaro si trova benissimo in Germania, sta vivendo un sogno. Non va infatti dimenticato che lo Stoccarda è una delle 7/8 potenze sportive del mondo visto che la squadra è di proprietà dei colossi Porsche e Mercedes. E’ stato accolto come un re, ha avuto da subito un grande feeling con il tecnico Gross, ed è riuscito a sopperire ai problemi sulla fascia sinistra del club tedesco.

Si può parlare di riscatto nei confronti della Juventus?

No, assolutamente! Il riscatto è un sentimento delle persone meschine e Molinaro non lo è affatto. Lui ha 26 anni, ha un curriculum eccezionale di 230 partite distribuite fra Italia, estero e Champions League, peccato che non sia stato convocato in Nazionale, forse l’unico giocatore a non essere chiamato in Italia nonostante questo enorme bagaglio di esperienza. Si può parlare di un riscatto nei confronti della vita, ma non verso la società bianconera.