BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO/ Juventus, squadra spaccata e Ferrara sulla graticola. Per Bettega un gennaio di fuoco!

bettega_solitario_R375x255_21dic09.jpg (Foto)

 

Tuttavia, da informazioni assunte in ambienti vicini alla Exor, sembrerebbe che John Elkann sia apparso oltremodo imbufalito per quanto dichiarato da Bettega nel corso della conferenza stampa di presentazione, con particolare riguardo al fatto di non rinnegare il passato, per la frase sugli scudetti vinti sul campo, per essere stato definito "azionista di riferimento" e non “Ing. Elkann”, per i continui riferimenti alla famiglia Agnelli “di una volta” e, dulcis in fundo, per il nostalgico ricordo dell’Avv. Chiusano.

 

In virtù di ciò abbiamo abbiamo osservato con attenzione le prime mosse di Bettega, per cercare di capire se le deleghe promesse da Blanc (gestione sportiva, settore medico, scouting) sono effettivamente state concesse o debbano considerarsi semplice propaganda di regime. Di sicuro la carica di Vice Direttore Generale sembra quasi un affronto per colui che è stato per 12 anni il Vice Presidente Esecutivo. Bettega non ha perso tempo: si è fatto preparare in tempo record i documenti ed è partito insieme alla squadra per la trasferta in Arabia Saudita, dopo che Secco e Blanc l’avevano abbandonata al proprio destino per rilassarsi durante le vacanze natalizie. In merito alla situazione attuale della squadra, i nostri rapporti consolidati con le solite gole profonde di Corso Matteotti ci riportano spifferi preoccupanti.

 

Sembrerebbe che lo spogliatoio sia ormai spaccato in vari gruppi, che regni sovrano il nervosismo, che più volte ci sarebbero state risse tra giocatori e peggio ancora tra giocatori e allenatore, che alcuni dei giocatori simbolo, tra cui qualche insospettabile, abbiano cominciato ad allenarsi poco e male.

 

CONTINUA LA LETTURA CLICCANDO QUI SOTTO